blog di cucina e.....

martedì 25 luglio 2017

Sfoglia alla Ratatouille



Tanti vegetali di stagione in una sfoglia  


Qui non conosce ormai la ratatouille? un piatto vegetariano, contadino, della tradizione culinaria francese, che è stato reso ancora più famoso con il omonimo film animato.
Credo rappresenti il triunfo del orto in un piatto. Viola, rosso, giallo, verde.. tanti colori in questo piatto così semplice, ma ricco di gusto, con questi vegetali che emanano anche un ottimo profumo  a fine cottura. 
Io sono amante delle quiche e torte salate, allora ho deciso di presentare la ratatouille in una friabile e leggera sfoglia. Perfetti insieme, senza bisogno di uova e panna, provate anche voi.

Ingredienti per 6 persone:

un peperone rosso o giallo (medio)
una melanzana (media)
un scalogno
una zucchina
2-3 pomodori perino o san marzano
basilico, timo, origano 
una cipolla di Tropea (opzionale)
Olio extra VO
sale e pepe
un rotolo di pasta sfoglia

Tagliare il peperone a quadretti e porlo a soffriggere in una casseruola con qualche cucchiaio d'olio. Subito dopo, tagliare gli altri vegetali e metterli  a cottura nella stessa padella, mescolare  e condire con  l'origano, sale e pepe. Lasciare a soffriggere per alcuni minuti e poi aggiungere anche i pomodori tagliati e 5-6 foglie di basilico spezzate. Coprite la casseruola e lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti. A fine cottura e fuoco spento, aggiungete la cipolla di Tropea tagliata a julienne. Lasciare intiepidire.
Srotolate e adagiate la sfoglia in una teglia, mantenendo la carta da forno. Bucherellate la sua superficie e farcite  la sfoglia con la preparazione anteriore, lasciando attorno un bordo di circa 2 cm, ripiegate  verso l'interno. Cospargere per ultimo con delle foglioline di timo fresco. Infornare a 180 °C per 25 minuti. Servire tiepida.

👉Se lo desiderate, podete anche dare un'altra forma a questo piatto scegliendo, ad esempio, di fare una specie di rotolo con questo buonissimo ripieno. 



SHARE:

martedì 11 luglio 2017

Maccheroni al pomodoro




pasta, pomodoro...un classico ma...


La pasta al pomodoro  è probabilmente il piatto di pasta più popolare e conosciuto della cocina italiana. Semplice,  leggero, vegetariano, con pochi ingredienti, ma per niente scontato.
È un piatto che apprezzo tanto e mangio volentieri, così condivido con voi questa ricetta, proprio adesso che i pomodori sono migliori, per via della stagione. 
La variante che vi presento oggi è una delle mie preferite, il risultato è un piatto di un sapore delicato, ma che allo stesso tempo ti soddisfa il palato.
L'altra versione che prediligo ve la proposi in un post anteriore si volte dare un occhiata a quella ricetta, questo è il link
In questa occasione ho deciso di usare, come formato di pasta, i maccheroni calabresi. Una pasta  eccezionale che scoprii recentemente. È sempre piacevole assaggiare nuovi prodotti, soprattutto si  hai una curiosità e passione per il cibo.
Ho scelto questo tipo di pasta perché la ritengo, una eccellente alternativa ai classici spaghetti 😊



Ingredienti per 4 persone: 

g 320 di Maccheroni al ferretto
g 400 pomodorini
due spicchi d'aglio 
3-4 cipollotti bianchi 
basilico fresco
peperoncino secco
olio extra VO
sale
parmigiano (opzionale)







Mettere a bollire l'acqua per la cottura della pasta, poi fare un piccole taglio superficiale su ogni pomodorino e versali nel acqua bollente per pochi secondi, prelevarli e sciacquargli subito nel acqua corrente. Una volta rinfrescarti togliere le loro buccia.
Poi mettere a cuocere la pasta nel acqua già salata. Intanto tagliare sottile i cipollotti, e anche i pomodorini a spicchi o rondelle. 
In una padella versare dell'olio, 3-4 cucchiai, mettere l'aglio leggermente schiacciato o se preferite un gusto più intenso tritato finemente. Lasciare imbiondire lentamente, poi alzare la fiamma, levare l'aglio schiacciato e mettere i cipollotti, rimuovere  e alcuni secondi dopo versare anche i pomodori, mescolare, salare e condire con il peperoncino. Saltare il tutto, aggiungere le foglie di basilico spezzate e spegnere la fiamma.  
Scolare la pasta una volta cotta, avendo la cortezza di mettere  prima qualche cucchiaiata di acqua di cottura nella padella con l'intingolo preparato.  
Saltare e insaporire la pasta a fiamma vivace, se lo ritenete necesario, aggiungere ancore un goccio di olio extra VO. Fatto, la nostra pasta è pronta.

🔅Se amate la menta, usatela al posto del basilico, ma con parsimonia per la su aromaticità più marcata e caratteristica. 
Di parmigiano, solo a scelta di oggi commensale, una leggera spolverata.




SHARE:
Blogger Template Created by pipdig