mercoledì 9 agosto 2017

Della serie Ricette Veloci: Rotolo di frittata


Ingredienti:

Uova
Prosciutto cotto
Provolone a fettine 
Sale e pepe
Erbe aromatiche fresche
Olio extra vo 


Sbattere le uova per bene le uova, condire con sale e pepe. Fare una frittata, in padella o al forno∗    
Subito dopo collocate su essa il formaggio, poi il prosciutto e arrotolatela. Al momento di servire, spargete con qualche erba aromatica tagliuzzata 

Et voilà! 👌Un piatto semplice, buono e che si presenta molto bene.
∗Per questa preparazioni vi consiglio la cottura in forno, foderando l'interno della teglia con la carta forno. 


Potete ricreare lo stesso piatto, in altre occasioni, variando gli ingredienti da usare nel ripieno. 



SHARE:

Involtini di melanzana


con della buona ricotta 


Capita sempre più spesso, almeno a me, di volere preparare o conoscere ricette vegetariane. Così  vi propongo una mia versione di questo ottimo piatto. Gli ingredienti che la compongono sono semplice, come semplice è la sua realizzazione. Se gradite le melanzane o avete amici o parenti vegetariani a casa, questa ricetta farà il caso vostro.  
Siamo propio nella stagione giusta per gustare al meglio questo piatto. Può essere proposto come un antipasto o un secondo, scegliete voi in accordo al menu che prepariate. La quantità di ingredienti che vi elencherò a continuazione sono per una seconda portata.

Ingredienti per 4-5 persone

2 melanzane ovale 
g 325 pomodorini pelati Datterini 
g 200 di ricotta
prezzemolo fresco
basilico fresco
parmigiano 
capperi sotto sale
cipolla rossa piccola 
olio extra VO
sale e pepe

Tagliate a fette regolare le melanzane, porle a spurgare versando del sale grosso su di esse e lasciandole perdere liquido per un ora circa.
In tanto preparate la ricotta: versate il parmigiano nella ricotta, mescolate per bene. Tritate finemente le foglie di prezzemolo e versatele nella ricotta, condite anche con sale e pepe. Mescolate ancora, coprite la ciotola e conservate in frigo.
Per continuare asciugate per bene oggi feta di melanzana. Cucinatela in una griglia ben calda e oliata, fate attenzione alla cottura, dovranno essere ben cotte.
Per il sugo tagliate la cipolla a dadini grossolani e meterla a soffriggere leggermente in una casseruola con un goccio di olio. Aggiungere  il sugo di pomodorini pelati  e una decina di capperi leggermente sciacquati, coprite il tutto e lasciate cuocere per 15 minuti. In prossimità della fine, schiacciate un po' i pomodorini ed aggiungete alcune foglie di basilico spezzate, condite con sale e pepe.  Lasciate ancora in cottura per  altri 5 minuti. Una volta fatto,  frullatelo il sugo nel mixer.
Per ultimare il piatto prendete una feta di melanzana collocateci sopra un cucchiaio di ricotta e avvolgetela. Fare così per oggi involtino. Al momento di servire, fate un letto di salsa di pomodoro e collocate sopra gli involtini e versate una goccia di olio. Fatto.






SHARE:

martedì 25 luglio 2017

Sfoglia alla Ratatouille



Tanti vegetali di stagione in una sfoglia  


Qui non conosce ormai la ratatouille? un piatto vegetariano, contadino, della tradizione culinaria francese, che è stato reso ancora più famoso con il omonimo film animato.
Credo rappresenti il triunfo del orto in un piatto. Viola, rosso, giallo, verde.. tanti colori in questo piatto così semplice, ma ricco di gusto, con questi vegetali che emanano anche un ottimo profumo  a fine cottura. 
Io sono amante delle quiche e torte salate, allora ho deciso di presentare la ratatouille in una friabile e leggera sfoglia. Perfetti insieme, senza bisogno di uova e panna, provate anche voi.

Ingredienti per 6 persone:

un peperone rosso o giallo (medio)
una melanzana (media)
un scalogno
una zucchina
2-3 pomodori perino o san marzano
basilico, timo, origano 
una cipolla di Tropea (opzionale)
Olio extra VO
sale e pepe
un rotolo di pasta sfoglia

Tagliare il peperone a quadretti e porlo a soffriggere in una casseruola con qualche cucchiaio d'olio. Subito dopo, tagliare gli altri vegetali e metterli  a cottura nella stessa padella, mescolare  e condire con  l'origano, sale e pepe. Lasciare a soffriggere per alcuni minuti e poi aggiungere anche i pomodori tagliati e 5-6 foglie di basilico spezzate. Coprite la casseruola e lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti. A fine cottura e fuoco spento, aggiungete la cipolla di Tropea tagliata a julienne. Lasciare intiepidire.
Srotolate e adagiate la sfoglia in una teglia, mantenendo la carta da forno. Bucherellate la sua superficie e farcite  la sfoglia con la preparazione anteriore, lasciando attorno un bordo di circa 2 cm, ripiegate  verso l'interno. Cospargere per ultimo con delle foglioline di timo fresco. Infornare a 180 °C per 25 minuti. Servire tiepida.

👉Se lo desiderate, podete anche dare un'altra forma a questo piatto scegliendo, ad esempio, di fare una specie di rotolo con questo buonissimo ripieno. 



SHARE:

martedì 11 luglio 2017

Maccheroni al pomodoro




pasta, pomodoro...un classico ma...


La pasta al pomodoro  è probabilmente il piatto di pasta più popolare e conosciuto della cocina italiana. Semplice,  leggero, vegetariano, con pochi ingredienti, ma per niente scontato.
È un piatto che apprezzo tanto e mangio volentieri, così condivido con voi questa ricetta, proprio adesso che i pomodori sono migliori, per via della stagione. 
La variante che vi presento oggi è una delle mie preferite, il risultato è un piatto di un sapore delicato, ma che allo stesso tempo ti soddisfa il palato.
L'altra versione che prediligo ve la proposi in un post anteriore si volte dare un occhiata a quella ricetta, questo è il link
In questa occasione ho deciso di usare, come formato di pasta, i maccheroni calabresi. Una pasta  eccezionale che scoprii recentemente. È sempre piacevole assaggiare nuovi prodotti, soprattutto si  hai una curiosità e passione per il cibo.
Ho scelto questo tipo di pasta perché la ritengo, una eccellente alternativa ai classici spaghetti 😊



Ingredienti per 4 persone: 

g 320 di Maccheroni al ferretto
g 400 pomodorini
due spicchi d'aglio 
3-4 cipollotti bianchi 
basilico fresco
peperoncino secco
olio extra VO
sale
parmigiano (opzionale)







Mettere a bollire l'acqua per la cottura della pasta, poi fare un piccole taglio superficiale su ogni pomodorino e versali nel acqua bollente per pochi secondi, prelevarli e sciacquargli subito nel acqua corrente. Una volta rinfrescarti togliere le loro buccia.
Poi mettere a cuocere la pasta nel acqua già salata. Intanto tagliare sottile i cipollotti, e anche i pomodorini a spicchi o rondelle. 
In una padella versare dell'olio, 3-4 cucchiai, mettere l'aglio leggermente schiacciato o se preferite un gusto più intenso tritato finemente. Lasciare imbiondire lentamente, poi alzare la fiamma, levare l'aglio schiacciato e mettere i cipollotti, rimuovere  e alcuni secondi dopo versare anche i pomodori, mescolare, salare e condire con il peperoncino. Saltare il tutto, aggiungere le foglie di basilico spezzate e spegnere la fiamma.  
Scolare la pasta una volta cotta, avendo la cortezza di mettere  prima qualche cucchiaiata di acqua di cottura nella padella con l'intingolo preparato.  
Saltare e insaporire la pasta a fiamma vivace, se lo ritenete necesario, aggiungere ancore un goccio di olio extra VO. Fatto, la nostra pasta è pronta.

🔅Se amate la menta, usatela al posto del basilico, ma con parsimonia per la su aromaticità più marcata e caratteristica. 
Di parmigiano, solo a scelta di oggi commensale, una leggera spolverata.




SHARE:

giovedì 29 giugno 2017

Mousse di salmone


per un antipasto, semplice ma distinto 



Oggi vi presento questo antipasto che richiama la cucina francese, l'ho notato nella collana di libri "I sapori del Mondo", io però, ve propongo una mia versione, più alleggerita.
Questo piatto è di una certa delicatezza, con il gusto degli ingredienti che si distinguono e armonizzano.
Si presenta molto bene, però la parte migliori rimane sempre l'assaggio, delizioso. Per tanto provatelo, non vi deluderà. La preparazione e anche molto semplice.



Ingredienti per cuatro persone:

g 300 di salmone fresco(senza pelle)
un uovo
g 130 di panna fresca
dragoncello secco o fresco
un peperone rosso medio
3 pomodori perini
sale e pepe
prezzemolo


Tagliare a pezzi il salmone e porlo nel mixer, condire con sale e del dragoncello (poco). Azionare il mixer e tritate per bene il salmone.
Poi aggiungere l'uovo sbattuto e continuare a mescolare il tutto. Subito dopo versate una parte minima della panna, una volta bene incorporata, ripete questa operazione per ancora 2 volte così da aggiungerla tutta. Condire il composto con il pepe.
Nelle piccole cocotte(4) versate il tutto. Mettere a cuocere in forno a bagnomaria per 25 minuti a 120'C

Intanto preparate l'accompagnamento della mousse: spellate i pomodori e tagliateli a cubetti, lo stesso per il peperone . Fateli saltare in padella con un goccio d'olio, mettendo prima il peperone e dopo il pomodoro, condire con sale e pepe. 
Alla fine insaporire con del dragoncello fresco tritato o del prezzemolo.
Et voila! fatto

✧Se usate gli stampini di aluminio, ungeteli con del burro prima di riempirli con il composto di salmone. 


                                                                             


SHARE:

giovedì 22 giugno 2017

Quiche di asparagi e cipolla



un binomio perfetto per una semplice torta salata  


Con l'arrivo della primavera gli asparagi fanno assidua presenzia a tavola di casa mia 😌
Ne approfitto così di questo ortaggio primaverile, per preparare svariati piatti.
In questa ricetta, la dolcezza della cipolla stufata si sposa a meraviglia, con il sapori deciso e leggermente amaro degli asparagi. Regala anche delle piacevole consistenze con la friabilità della pasta sfoglia, che avvolge il tutto.
Per questo piatto utilizzo solo le punte di asparagi, il resto lo potete utilizzare per un flan, minestrina o risotto. Non sprecate niente.                                                                                                                                                              

Ingredienti:

un rotolo di pasta sfoglia
3 cipolle 
8-10 punte di asparagi
rametti di timo
2 uova
g100 di panna fresca
g 100 di latte fresco
grana padano


Procediamo tagliando sottile le cipolle e subito dopo cominciate soffriggergli  nel olio caldo per alcuni secondi, condire con sale, pepe e le foglioline di timo, rimuovere per bene. Abbassate la fiamma e lasciate stufare per circa 20 minuti, facendo attenzione che non colorisca tropo, devono rimanere con un sapore dolce.
Intanto cuocere al vapore le punte di asparagi, salare leggermente una volta cotte.
Unire la panna, il latte e le uova, sbattere per bene e condire con sale, pepe e si gradite anche con la noce moscata.
Srotolate la sfoglia, collocatela nello stampo adatto e riempitela con il preparato di panna, porre delicatamente le asparagi sopra, aspergere, per finire, con un cucchiaio di grana .
Infornare subito a 180 ºC per 40 minuti circa. Assaggiatela anche voi  😉






SHARE:

sabato 10 giugno 2017

È tempo di ciliegie


Ciliegie, farina, burro...

Ormai da alcuni anni, sempre che arriva la stagione delle ciliegie, devo preparare questa torta. È diventato un rituale per me. 

La faccio volentieri perché è una ottima alternativa per approfittare della bontà di questa frutta e perché mi piace tanto.

La scopri per caso curiosando in internet. In questo bellissimo sito, troverete la ricetta 
Mi conquistò, primo, per il su aspetto: rustico ma gradevole e dopo per il suo gusto e profumo. Per me fa primavera ed è nella mia cucina, il preludio di una estate che si avvicina. Provatela sicuramente vi piacerà. E ottima da condividere alla fine di un pranzo o in una merenda.
Avete alcun piatto che dia per voi luce a una stagione o da ripropone in una particolare ricorrenza ? ditemi



Il risultato finale, molto incoraggiante 
SHARE:

lunedì 5 giugno 2017

Lago di Como



Montagne, buon cibo, deliziose cittadine, i bei locali con vista

Ah, il lago di Como fu per vari anni la mia meta nelle vacanze, specialmente nella parte centrale del lago. Il ricordo di quei bei giorni mi porta a un sorriso. Il relax del lago, i suoi paesaggi, le camminate in montagne, le gite in barca, le visite a giardini e ville storiche....tutto molto piacevole.
Tremezzo, Lenno, Bellagio, Menaggio, Varenna sono alcune delle città più conosciute e carine in quella zona.
In quanto al cibo, da menzionare le specialità del posto: il riso bollito con il pesce persico, il lavarello alla griglia, uhm tutto ottimo! piatti da assaggiare almeno una volta, un piacere al palato.
Vi consiglio così questa meta per vacanze, week end o anche per una semplice gita in giornata.
Se ci siete già stati, sarete sicuramente  d'accordo con me😉






SHARE:

martedì 30 maggio 2017

Lasagna di prosciutto e asparagi


una ricetta Sale&Pepe nel mio blog


Sale&pepe fu per me, una decina di anni fa,  una piacevole e grande scoperta.  Questa rivista ebbe un contributo fondamentale a farmi svegliare e alimentare la mia passione per la cucina 😊 Chissà  su quante persone abbia fatto lo stesso gratto effetto.
È, senza dubbi, Sale&Pepe un magazine stupendo dove imparare nuove ricette, ma anche tecniche di cucina e farsi anche una certa cultura gastronomica. 
Oggi vi mostro una ricetta, da preparare propio in questa stagione, una deliziose lasagna in alternativa a quella classica al ragù. Provatela, ne restereste entusiasti.                                                                                               
                                                                                                                                 
Ingredienti per cuatro persone:

g 250 di pasta lasagna fresca all'uovo
g 30 di farina
g 40 di burro
g 100 di prosciutto cotto a cubetti o striscioline
5 dl di latte fresco
noce moscata
parmigiano grattugiatto q.b
un mazzo di asparagi (g 500)
sale e pepe

Eliminare la parte dura dei gambi agli asparagi, e cuocerli al dente; io preferisco la cottura al vapore. Tagliare le punte a metà nel senso della lunghezza e le parti dei gambi a rondelle. Preparare la besciamella come d’abitudine. Poi frullatela con le rondelle di asparagi.
Stendere uno strato sottile di besciamella nello stampo, coprire con un rettangolo di pasta, spalmare ancora con un velo di besciamella, cospargere con i dadini di prosciutto e 2 cucchiai di parmigiano, aggiungere delle punte di asparagi. Proseguire in questo modo fino ad esaurire gli ingredienti. Infornare a 180° per 30-35 minuti. Lasciare riposare alcuni minuti e servire.
SHARE:

martedì 9 maggio 2017

Quiche di zucchine e fiori


Una quiche primaverile, cremosa, buona.


Il gusto di preparare questi piatti non è solo la piacevolezza di tutta la preparazione ma anche la cottura in forno, così comoda.
La pasta sfoglia che regala sempre ottime soddisfazione tanto nei piatti dolce che in quelli salati, è assolutamente la mia preferita. Generalmente, per i piatti salati, utilizzo quella già pronta che troviamo ai supermercati, però quella fatta in casa, a regola d'arte, è una vera squisitezza.
Le quiche sono dei piatti nei quali possiamo manifestare la nostra fantasia, magari combinando quello che abbiamo in frigo e che ci inspira. Può essere servita come antipasto o secondo piatto accompagnata di una insalata leggera e fresca. 

Ingredienti:

rotolo di pasta sfoglia
g 100 di panna fresca
g 100 di latte fresco
g 70 di Emmentaler 
una zucchina o due piccole
8 fiori di zucca
formaggio grana 
2 uova 
sale e pepe

Pulite la zucchina, tagliatela fine a mezzaluna e mettere a cuocere in padella con un goccio d'olio e un pizzico di sale, lasciandola leggermente al dente. Lasciatela poi rinfrescare. 
Intanto prepariamo i fiori di zucca tagliandolo a listerelle. sbattete per bene le uova con la panna e latte, unite gran parte dell'emmentaler grattugiato, regolate di sale e pepate. 
Collocate la sfoglia, mantenendo la carta forno, nello stampo scelto. Punzecchiate il fondo de la sfoglia con l'aiuto di una forchetta. Porre le zucchine preparate, i fiori e anche il resto del formaggio emmentaler. Versare il composto di panna, distribuendolo per bene. Per ultimo spargere un cucchiaio di formaggio grana grattugiato. Fate cuocere a 180’ C per 40 minuti circa. Degustare tiepida 😊





SHARE:

lunedì 1 maggio 2017

Ricette Veloci: un panino per pranzo


Con salmone o il bacon?

A pranzo, alle volte, mangio volentieri un panino o sandwich, sono veloci da prepare e gustosi. Anche fuori casa, sono ormai una valida alternativa nella pausa pranzo.
Oggi vi propongo la ricetta di due dei panini che preferisco. Per farli scelgo il pan carrè ai semi di lino, Mulino Bianco, mi incanta.
Per preparare il primo di questi: al salmone, non c'è bisogno di cuocere nulla😀 c'è solo da prendere alcuni ingredienti dal frigo, altri dal cestino della frutta. Tanto semplice, come buono
L'altro al bacon, richiederà qualche minuti di cottura, però è anche molto veloce da preparare e semplicemente delizioso.

Ingredienti per il panino al Salmone: 

pane ai semi di lino, salmone affumicato, panna acida, avocado, rametti di coriandolo, lime, sale

Aprite l'avocado a metà e tagliatelo a fettine, conditelo leggermente con sale e lime. Poi rendete leggermente croccante due fette di pane, dopo spalmate una feta con della panna acida condita con il coriandolo tritato e collocate anche le fettine di salmone. Nell'altra fetta ponete alcune fettine di avocado. Appoggiate l'altra fetta di pane, schiacciandolo leggermente e tagliate il sandwich a forma di triangolo. Servitelo accompagnato del avocado restante.


Ingredienti per il panino al bacon: 

pane ai semi di lino, bacon, gorgonzola, pera Williams 

Porre una padella sul fuoco e cuocete due o tre fettine di bacon fino a doratura, meterlo da parte. Prendente la pera, sbucciatela  e tagliatene metà a fettine sottile, prendete del gorgonzola e spalmatelo su due fette di pane, collocate la pera tagliata  ed il bacon già croccante. Appoggiate una fetta di pane sull'altra e passate il panino qualche secondo in una piastra o padella calda, per donarle un po di croccantezza.
Si può accompagnare con una insalata leggera di rucola o lattughino, condita  leggermente con limone e arricchita con dei pezzettini di pera rimasti.


                      















SHARE:

domenica 23 aprile 2017

Unica e meravigliosa, piena di contrasti: Venezia


"Se dovessi cercare una parola che sostituisce “musica” potrei pensare soltanto a Venezia" Friedrich Nietzsche

"Venezia! Esiste una città più ammirata, più celebrata, più cantata dai poeti, più desiderata dagli innamorati, più visitata e più illustre? Venezia! Esiste un nome nelle lingue umane che abbia fatto sognare più di questo? "Guy de Maupassant

Siete d'accordo anche voi con queste affermazioni? Io si 🙌









SHARE:

venerdì 31 marzo 2017

Un piatto che sa' di primavera



Salmone, piselli....salsa Tzatziki



'E primavera, e allora come tutti gli anni ne approfitto per comprare almeno un paio di volte dei freschissimi piselli e prepararne qualcosa di speciale. Ad esempio, un piatto gustoso e colorato.
Così ho deciso di fare questo piatto,  ideale per l'amanti del salmone: un pesce di sapore dolce e una piacevolezza morbidezza. La salsa greca, con su gusto asprigno e fresco completa stupendamente il tutto.

Nella preparazione di questo  piatto l'accortezza maggiore la richiederà il salmone: che deve rimanere succoso, per tanto si dovrà fare molta attenzione alla sua cottura 😊


Ingredienti per cuatro persone:

4 filetti di Salmone (da 170-180 g l'uno) 
g 300 di yogurt greco
1 kg di piselli ancora nei baccelli o g 350 di piselli surgelati 
6 cipollotti
un cetriolo
2 spicchi d'aglio
foglie di menta fresca
olio extra VO
sale e pepe



Per la salsa Tzatziki: spuntare il cetriolo e sbucciarlo quasi del tutto, grattugiatelo molto fine e versatelo in un collino con sotto una bacinella, tenetelo così per circa un'ora, per fargli perdere gran parte della sua acqua naturale. Poi, schiacciatelo leggermente e versatelo in recipiente. 
Sbucciate l'aglio e, insieme qualche granello di sal riducetelo a una cremina con l'aiuto di pestello e mortaio. Unite il tutto allo yogurt  e mescolate per bene, condire con una spruzzata di succo di limone, un pizzico di sale, un paio di cucchiai di olio extra VO e un trito di 4-5 foglie di menta fresca. La salsa è pronta.
Una volta sgranati i piselli, mettete a bollire del acqua sufficiente per cuocerli, versateli poi nell'acqua bollente e cuocete per cinque minuti o fino a quando diventino relativamente morbidi. Intanto tagliate finemente il cipollotti. Metterli a soffriggere leggermente ed appena scolati i piselli, versateli nella padella, per insaporire e finire la loro cottura, condire con del sale e alcune foglie di menta spezzate. 
Per il salmone: in una padella capiente versiamo un goccio di olio extra VO e lasciamo scaldare per bene, prima di porre a cuocere il salmone salate la pelle di ogni filetto. Allora mettiamo a cuocere dalla parte della pelle per circa 2 minuti, condite con sale e pepe e girateli, continuate la cottura per altri paio di minuti, en fine girateli ancora e finite la cottura, poi lasciateli così riposare a fiamma spenta per alcuni secondi.
èt voila! tutto fatto, basta solo assaggiare :-)) Ve lo raccomando, è buonissimo. 




SHARE:

sabato 25 marzo 2017

Crème caramel, che incanto!


Latte condensato, vaniglia...pochi ingredienti e poco il tempo di preparazione 


Il crème caramel o flan, come le chiamiamo nel mio Paese di origine,  fu il primo dolce che preparai in vita mia. Sarà per questo che lo faccio sempre con molto piacere o magari perché è semplicemente squisito 😊
Questa ricetta mi stata suggerita anni fa, così a voce, da una mia amica. La facilità di questo piatto fa che sia alla  portata di tutti, anche dei principianti in cucina.
Sono varie le ricette di questo formidable dolce, questa è una di quelle. Se non lo avete mai preparato approfittate, fatelo adesso, ne vale la pena. 

Ingredienti:

Latte condensato (una lattina)
mezza bacca di vaniglia
g 250 di latte intero 
zucchero semolato (q.b)
3 uova 

In una pentolino o padella preparate il caramelo versando lo zucchero semolato, 3-4 cucchiai e un goccio d'acqua. Mettere sul fuoco e lasciatelo finché si crea un caramelo bello dorato, quasi marrone.
Versatelo ancora bollente nello stampo( di circa 15cm ) che userai per il creme caramel, il caramello deve coprire tutto il fondo.
Lasciamo intiepidire e intanto continuiamo con la preparazione
Prendete la mezza bacca di vaniglia, tagliatella longitudinalmente  e grattatela  per prendere il suo interno aromatico e lo mettiamo nel latte fresco, mescolate e aggiungete anche il resto del bacello. Procedette a fare intiepidire leggermente il latte, per sfruttare di più l'aroma di vaniglia. Lasciatelo riposare così per una quindicina di minuti.
Dopo unitelo al latte condensato e mescolate per bene, in seguito unite anche le uova già leggermente sbattute e un pizzico di sale, tornate  a mescolate per bene el tutto.
Travasate il tutto, passandolo attraverso un colino, nello stampo e adagiatelo in una teglia contenente   circa 2 cm di acqua calda e un foglio di carta da cucina nel fondo, disporre in forno già caldo a 160 C°  e cuocete per 45 minuti
Una volta pronto, lasciatelo intiepidire e dopo collocate coperto in frigo per almeno 2 ore. Fatto 👌🏽
Mi piace accompagnarlo con dei ribes, si abbinano perfettamente :-)







  





SHARE:

mercoledì 8 febbraio 2017

Zuppa di porro e patate


Alcuni ortaggi per un piatto semplice e delizioso


In cucina l'unione porro e patate è molto classica, non delude mai. L'esempio è questa zuppa che vi presento, ispirata al potage parmentier, un piatto francese di lontane origini.
Questa versione, che vi propongo,  è più leggera perché non aggiungo panna o latte.
Penso che sia propio un piatto da assaporare: delicato, ma allo stesso tempo saporito, molto piacevole al palato. 
Per questa stagione è ideale e ti fa ricordare magari i tempi in cui  le zuppe e vellutate erano più presenti nelle cucine di casa. Per me, è sempre un piacere preparare e presentare un piatto così.

Ingredienti per 5-6 persone:

4 porri
2 patate media
6 cipollotti bianchi
1, 5 lt di brodo di pollo
2 spicchi d'aglio
dragoncello essiccato
burro
olio extra VO
sale, pepe



Affettare a rondelle fine i cipollotti e anche i porri. Pelate le patate e tagliatele a quadretti. 
In un tegame mettete a soffriggere i cipollotti  con qualche cucchiai d'olio, unite anche l'aglio tritato e mescolate.  Dopo qualche secondo, incorporate anche il porro, una noce di burro e lasciate leggermente appassire, facendo molta attenzione che non diventi troppo dorato, condire leggermente con il sale e un pizzico di dragoncello. Continuate a soffriggere il tutto per un minuto circa.  
Versate poi le patate, mescolare il tutto e dopo alcuni secondi, aggiungere anche il brodo ben caldo, pepate e coprite il tegame, lasciate cuocere  per 20 minuti.
Una volta passato questo tempo, scoprite leggermente il recipiente e lasciate riposare per 5minuti circa.
Poi frullate la zuppa, fatela sobbollire per un istante per servirla ben calda. Rettificare, se necessario,  anche di sale.  
È pronta, portatela a tavola, accompagnateli con dei crostini croccanti di pane, magari conditi con dell'olio al porro, saranno squisiti ❣️







SHARE:

sabato 4 febbraio 2017

Bicchierini bianchi e marroni


Un dolce a prova di principianti

Da gustare a merenda o come dessert. Questo dolce è perfetto quando abbiamo tanti invitati o non siamo molto portati a preparare dei dolce o se il tempo a disposizione è poco.
Per realizarlo non abbiamo bisogno di cuocere qualcosa, dovremmo solo comporlo😉
È anche un dolce adeguato alla stagione, per via sopratutto della presenza dei marroni in due variante. Ha una presentazione molto carina e gli ingredienti si accostano perfettamente, distinguendosi ogni uno. Provate a farlo, sarà un gioco da ragazzi. 

Ingredienti:

Crema di marroni 
panna fresca
cioccolato fondente
marron glacé

Montare la panna fresca,  metterla in una sac à poche e lasciarla in frigo. 
Poi cominciate a montare i bicchierini, vi consiglio quelli di cristallo o per lo meno trasparenti, così l'effetto visivo sarà molto più piacevole.
Versate due cucchiai di maroni sul fondo di ogni bicchiere, dopo unite un bel ciuffo di panna montata, collocate dei pezzi di marron glacé e per ultimo prendete la tavoletta di cioccolato e con un pelapatate fate tanti ricciolini lasciandoli cadere direttamente nei bicchieri. Fatto 😊



🚩In questo dolce è molto importante, la qualità degli ingredienti da usare. Quindi scegliete una ottima e saporita crema di marroni, un cioccolato fondente ad alta percentuale di cacao e dei meravigliosi marron glacé. 

SHARE:

domenica 29 gennaio 2017

Pasta allo zafferano e pancetta


Semplicemente  così


Questo piatto lo assaggiai anni fa in una trattoria, subito mi conquistò e vedendo la semplicità degli ingredienti mi proposi di ricrearlo a casa☺️. Da allora l'ho preparato varie volte. Se amate lo zafferano allora questo piatto fa per voi, ve lo raccomando, è veramente gustoso e anche invitante.
  
Ingredienti per cuatro persone:

g 320 di pasta corta
zafferano
g100 panna fresca
g125 pancetta tesa dolce
parmigiano 
prezzemolo fresco
sale, pepe

Mettere sufficiente acqua in una pentola per cuocere la pasta, quando bolle, salate e versate la pasta.
Intanto tagliate la pancetta a striccioline. Porre sul fuoco una padella, fatela scaldare con un goccio d'olio e cominciate  a soffriggere la pancetta per renderla croccante.
Preparate anche una salsina di panna, facendo sciogliere(1 o 2 bustine) di zafferano, insieme a qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Poi tagliuzzate sottilmente le foglie di prezzemolo, lasciando da aparte.
Una volta cotta la pasta( al dente) la scoliamo e  la versiamo nella padella calda dove abbiamo la pancetta croccante. Saltiamo la pasta e subito dopo aggiungiamo la salsina allo zafferano, mescoliamo per bene, lasciandola insaporire.  Uniamo una spolverata di parmigiano ed a fiamma spenta unire il prezzemolo e una grattata di pepe. Servire subito
Semplice, no? 😊😉



SHARE:

mercoledì 25 gennaio 2017

Sfoglia alle mele e ricotta



mele, pasta sfoglia e qualcosa in più 



È stagione di mele e così, ho deciso di condividere con voi la ricetta di questa sfoglia. Semplice da preparare e con una combinazione di sapori deliziosa. Un dolce alla portata di tutti. Solo che dovete scegliere delle buonissime mele ☺️

Ingredienti:

2 mele
g 150 di ricotta di pecora o di latte vaccino
g 25 di zucchero + un altro cucchiaio
buccia grattugiata di una arancia bio
burro
zucchero a velo
rosmarino fresco

Prendere la ricotta e insaporitela con i 25g di zucchero e la buccia grattugiata, mescolare per bene. Subito dopo, levare il torsolo alle mele, sbucciarle e con l'aiuto di una mandolina, tagliatele a rondelle   molto sottili. 
Prendete il rotolo di sfoglia o magari quella fatta in casa 😊 Punzecchiatela con i rebbi della forchetta, e poi distribuite la ricotta per tutta la superficie. Subito dopo cominciate a collocare le fettine di mele soppraponendole.  Spalmate con del burro morbido  e spargete sopra dello zucchero semolato.
Mettere a cuocere a 190 °C per 25 minuti. 
Una volta cotta, spolverate con dello zucchero a velo e passate qualche minuto nell grill del forno. Fate attenzione, si colora molto velocemente. Tolta dal forno, tritare alcuni aghi di rosmarino e "condite" la vostra sfoglia 😅
Lasciatela intiepidire e assaporatela in giornata.












SHARE:

lunedì 16 gennaio 2017

Zuppa di pollo



Un buon brodo e...


Questo piatto mi fa ricordare mia nonna, cuoca sopraffina e anche mia madre perché è uno de sui piatti preferiti,  inoltre uno dei pochi che cucina volentieri. Quindi è un piatto familiare, riconfortante, che piace anche ai bimbi. 
Si volete leggerezza, ma anche gusto, questa zuppa di pollo sarà l'ideale. In alcune giornate di  inverno è bello portare a tavola una fumante zuppiera e cominciare così un piacevole pranzo o cena     È un piatto molto semplice alla portata di tutti 😁

Ingredienti per 4 persone:

1,5-1,8 litro di brodo di pollo
g 300 di pollo dissodato
g 60-80  pasta Capelli d'angelo o Filini
g 200 patate
sale e pepe
un spicchio d'aglio
una cipolla
origano
una bustina di zafferano
prezzemolo
coriandolo


Tagliare molto finemente la cipolla e l'aglio. In una casseruola capiente, versate un cucchiaio d'olio e fateli soffriggere, incorporare anche mezzo cucchiaino di origano e dopo salare e pepare leggermente. Versagli il brodo, qualche rametto di coriandolo e una bustina di zafferano, rimuovere.
Quando incominci a bollire versare i pezzi di pollo dissodati. Coprire parcialmente la pentola, abbassare la fiamma e fate cuocere per circa 20 minuti. Il tempo però, dipenderà della qualità del pollo e soprattutto delle dimensioni dei pezzi.
Intanto pelate le patate e tagliatele, se sono novelle, bastara tagliere a meta quelle più grandicelle. 
Dopo togliere i pezzi di pollo già cotti e incorporare nel brodo le patate e cinque minuti dopo aproximadamente, mettere anche la pasta.
Per finire la zuppa ci vorrà il tempo necesario per la cottura di questi ultimi due ingredienti. In tanto sminuzzate i pezzi di pollo. Dopo assaggiate la zuppa, rettificare di sale e alla fine versare nuovamente il pollo. 
Prendere il prezzemolo già pulito e tagliuzzarlo sottilmente, spegnete la fiamma, unire il prezzemolo e mescolate.
La zuppa e fatta 😊 Lasciare riposare per alcuni minuti e dopo servire con delle fettine di lime da aggiungere a piacere

Suggerimenti: Approfittate delle ossa del pezzo di pollo dissodato ed insieme a porro, cipolla, sedano, carote, è qualche erba aromatica preparate un ottimo brodo, è essenziale per la buona riuscita di questo piatto.
Si avete in casa un pomodoro fresco tagliuzzatelo e aggiungetelo al soffitto della zuppa, arricchirà il gusto.








SHARE:

venerdì 13 gennaio 2017

Dolce marmorizzatto


bello, profumato e sopratutto buonissimo 


Questo dolce profuma abbondantemente di cioccolato e arancia.  In tavola, a colazione o nel brunch della domenica risulta molto invitante. L'effetto marmorizzato crea un impatto visivo molto piacevole e la consistenza e gusto non deludono le aspettative.  
Così vi invito a prepararlo, è molto semplice da realizarse e gli ingredienti sono perfetti per la stagione. È da alcuni anni che lo preparo con molto piacere, sempre in questo periodo.
La ricetta è presente nel libro Cuocere al forno, edizione Gribaudo-Parragon. Un libro dove trovate tante stupende ricette.

Ingredienti:

g 175 di burro morbido
g 175 di zucchero semolato
g 150 di farina autolievitante
g 25 di cacao amaro
una arancia
3 uova

Mescolare con un sbattitore o planetaria il burro con lo zucchero per circa 5 minuti. Dopo mescolare per bene le uova e unirla poco alla volta al composto, mescolando per bene ogni volta. Fate questa operazione senza premura. Una volta fatto, unire delicatamente la  farina setacciata, con l'aiuto di una spatola.
Dividete il composto a metà, in una mettere la buccia grattugiata di una arancia,  spremette poi metà della arancia e unite 3-4 cucchiai di succo di arancia al composto, mescolate.
In un'altra metà del composto, unite il cacao amaro, altre cucchiaiate del succo di arancia e mescolate delicatamente fino a farlo diventare di un colore omogeneo.
Accendere il forno a 180 ˚C
Imburrare un stampo a forma di ciambella e versate delle cucchiaiate alternate del composto: una volta quello al arancia, un'altra di quello al cacao.
Alla fine con il manico di un cucchiaio, mischiate leggermente gli impasti in modo de creare l'effetto marmorizzato a piacere. 
Informare e cuocere per 30-35 minuti, lasciare riposare e dopo sformatelo. Fatto :-))

✽ Se desiderate unite al composto di cacao, delle gocce di cioccolato per arricchire il gusto, così  faccio io 😊



SHARE:

martedì 3 gennaio 2017

Amaretti morbidi


Mandorle, zucchero... semplice 😏


Questi dolcetti assomigliano molto, nel gusto, ai famosi Amaretti di Gallarate. Sono buonissimi e si trovano nelle pasticcerie dell'omonima città.
Io vi propongo questa ricetta di Luca Montersino, la ho trovata in una confezione di mandorle Ventura e come avevo già assaggiato gli amaretti di Gallarate, ho voluto provare questa ricetta. Molto facile di preparare e non hanno bisogno di burro, ni farina. Provateli, sono ottimi.

Ingredienti

g 200 di mandorle✳︎ 
g 215 di zucchero semolato
g 60 di tuorlo di uovo
zucchero a velo (q.b)
essenza di mandorle amara

Tritate finemente le mandorle con lo zucchero. Versare il tutto in una ciotola  insieme a  due gocce della essenza di mandorle e anche l'albume. Mescolare tutto per ottenerne un impasto omogeneo. Nel piano di lavoro, distribuire dello zucchero a velo e lavorare l'impasto, per alcuni secondi come per un panetto.

Dopo fare un cilindro con l'impasto e tagliare dei pezzi, passarli per lo zucchero a velo e formare delle palline.

Collocatelo in una teglia rivestita con carta forno e lasciateli  riposare per una notte a temperatura ambiente, cospargendoli leggermene con dello zucchero a velo.
Il giorno dopo cuocere in forno a 160°C per circa 20 minuti

✳︎Se volete usate la farina di mandorle




SHARE:
Blogger Template Created by pipdig