blog di cucina e.....

giovedì 14 dicembre 2017

Plumcake all'arancia e pistacchio



L'idea di realizare questo plumcake mi è venuta in mente grazie alla marmellata di arance. Imaginavo che  avrebbe conferito al dolce una maggiore intensità di gusto e aroma, e così è stato. 
Il plumcake è propio un dolce da credenza, di facile preparazione.  Questo è anche molto buono, così ho deciso di condividere con voi la ricetta.
È idoneo per la colazione al mattino e le merende insieme a una tazza di tè, soprattutto in questa stagione.  

Ingredienti:

g 200 di farina
g 160 di burro
g 100 di zucchero semolato
3 di uova
g 5 di lievito istantaneo 
g 1 di bicarbonato
g 70 di marmellata d'arance + un altro cucchiaino 
g 30 di pistacchi tritati

Fate sciogliere il burro. Unite alla farina setacciata  il lievito e il bicarbonato. Montare leggermente le uova con lo zucchero, versate poi la farina e mescolate. Aggiungere anche il burro e continuate a rimovere per amalgamare gli ingredienti. Una volta fatto, unire la marmellata e mescolate ancora.
Versate il composto nello stampo per plumcake precedentemente imburrato e cosparso leggermente di farina. Una volta fatto, sbattere lo stampo nel piano di lavoro in modo di eliminare qualche bolla d'aria. 
Poi reservare la preparazione nel frigo per 2 ore, passato questo tempo infornate a 170 C per circa 50 minuti.
Una volta cotto e intiepidito il plumcake, sciogliere la marmellata restante insieme a un cucchiaio d'acqua.  Con questa spennellate la parte superiore del dolce ed infine spargete con i pistacchi tritati, premendole leggermente in modo che aderiscano il più possibile. Fatto 💚




SHARE:

venerdì 8 dicembre 2017

Salmone di stagione



ottimo direi 


Perché di stagione? per il condimento e vegetali che accompagnano questo piatto, così da  prediligere i vegetali e frutta  di stagione, ingredienti che si armonizzano a meraviglia. Il risultato è un piatto semplice, delizioso e sano. Poche mozze ed il piatto è fatto. Attenzione però, il salmone richiedi una certa cura nella cottura per non farlo diventare asciutto. Questa è una ricetta che gradisco molto, spero la apprezzerete anche voi.

  Ingredienti per quatro persone:


  4 filetti di salmone fresco
  g 500 di broccoletti
  semi misti (girasole, lino, sesamo)
  una arancia
  un limone
  sale e pepe
  dragoncello secco 
  olio extra VO





Spremete l'arancia e versate il succo sui filetti di salmone, condite con un pizzico di dragoncello, sale e pepe. Fateli marinare per almeno mezz'ora.
Cuocete il broccoletti al vapore e una volta pronti, conditeli ancora  caldi  con una classica citronette  a base di limone, olio extra VO  e sale. Per ultimo spargete su questi un cucchiaio pieno di semi misti.
Per cuocere il pesce versate un filo d'olio in una padella antiaderente, asciugate per bene i filetti di salmone e metteteli a cottura, per il lato della pelle, solo quando l'olio sia ben caldo. Alcuni secondi dopo abbassate leggermente la fiamma e continuate la cottura per 3 minuti, dopo girateli e prolungate  la cottura per altri 3 minuti. Rigiratelo ancora e, di essere necessario salare. Una volta pronto, lasciatele riposare nella padella, qualche minuto prima de servire.


SHARE:

sabato 25 novembre 2017

Un giorno d'autunno



 Condivido con voi qualche scatto da me realizzato in questo autunno 🍂 Vi piace questa stagione di romantica bellezza?






SHARE:

giovedì 23 novembre 2017

Zuppa di pomodoro



Ti mancano i buoni pomodori estivi? allora approfittiamo di una ottima conserva di pomodori e prepariamo una bella zuppa, in questa stagione con i primi freddi e piogge è l'ideale. Questa zuppa è assolutamente per gli amanti del pomodoro e dei piatti leggeri ma gustosi. Facilissima la sua preparazione.
Per un piatto così semplice dobbiamo scegliere dei prodotti di qualità e un ottimo brodo.


Ingredienti per cuatro persone:

g 250 di brodo di pollo
1 cipolla rossa
un baratolo di pelati Pomodoro San Marzano dell’Agro Nocerino Sarnese Dop (g 540)
basilico fresco
1 spicchio d'aglio
olio extra VO
sale e peperoncino secco
zucchero

In una casseruola mettiamo un goccio d'olio, la cipolla tagliata grossolanamente, l'aglio intero, leggermente schiacciato e procedete a rosolare leggermente per qualche minuto. Poi versiamo i pomodori, uniamo anche qualche foglia di basilico e insaporiamo con alcuni semi di peperoncino, il sale e un pizzico di zucchero. Fate cuocere semi coperto per circa 10 minuti a fiamma moderata. 
Trascorso questo tempo aggiungere il brodo di pollo già caldo. Continuare la cottura per altri 15 minuti.
Lasciate  riposare qualche minuti e frullate il tutto. Dovreste solo assaggiare per rettificare il gusto, la zuppa è pronta. Servitela calda


Se desiderate, accompagnate la zuppa con dei crostoni di pane con del formaggio fuso e dei pomodorini confit o aggiungete qualche cucchiaiata di panna fresca o acida.




SHARE:

sabato 18 novembre 2017

Crostatine sablé breton


trop bon!


La cosa più caratteristica in questo dolce è la base, vale a dire il biscotto sablè breton. E delizioso anche da solo, è burroso, con un leggero sentore di sale, friabile, rustico.
Questa base però, arricchita con della frutta fresca e creme varie, da forma a una crostata meravigliosa. 
La sablé breton è una creazione  della cucina francesa, esattamente della regione Bretagna, con la quale si crea la tipica gâteau breton. 
Ho scelto per la crostata una chantilly al mascarpone che è molto golosa e piacevole al palato e come frutta i lamponi che danno molta freschezza e anche belleza.
Podete scegliere di preparare delle crostatine o una misura classica, decidete voi.

Ingredienti:

per la sablé:

g 150 di burro
g 140 di zucchero
g 3 di sale
3 tuorli (55-60 g)
g 7 di lievito artificiale in polvere 

Per la crema: 

g 100 di panna fresca
g 150 di mascarpone 
un limone o timo limone
zucchero a velo q.b 

Lamponi q.b


Lavorate nella planetaria( si può fare con le fruste elettriche o a mano) il burro morbido con lo zucchero e alla fine versate anche il sale. Unite poi un tuorlo alla volta, incorporandolo per bene e per ultimo la farina setacciata con il lievito artificiale, mischiando il tutto per un minuto. Deporre l’impasto in frigorifero per almeno 2 ore. 

Stendere la pasta a 6 mm di spessore e con l’ausilio di un cerchio imburrato, ricavare un fondo di pasta del diametro di 20-22 cm  se volete un formatto classico. Mantenetelo all’interno del cerchio, per la cottura. Se invece desiderate fare, come io in questa occasione, delle mini crostatine, tagliare dei dischetti e cuocendole nelle stampo per muffin.
Cuocere a 180° fino per 15 minuti o fino a doratura
In tanto preparate la crema montando la panna fresca ben fredda insieme al mascarpone, insaporire a piacere con lo zucchero a velo, la buccia grattugiata di un limone o delle foglioline di timo. Riponete il composto  in frigo 
Una volta raffreddata la sablé, versate la chantilly en una sac à poche, per creare dei mucchietti di crema  nelle crostatine e collocate sopra ognuno di questi un lampone. Fatto



per la base ho scelto la ricetta del pasticciere Giuseppe Piffaretti 
SHARE:

venerdì 3 novembre 2017

Crostata di pere e cioccolato.


 una sola parola d'aggiungere: delizia 


Si sa che la combinazione pere-cioccolato è molto classica, un evergreen della pasticceria, questa ricetta ne è la conferma. Vi esorto ad approfittare della frutta di stagione per preparare questa crostata meravigliosa. La ricetta è dello chef canadese Ricardo, è facile da realizare e non vi impiegherà molto tempo, sopratutto se preparate la pasta brisée il giorno prima. Se la assaggiate fatemi sapere, a voi l'ultima parola.😋


Per la briseè:
g 250 di farina ( tipo debole) 
g 125 di burro ben freddo
g 7 di succo di limone
g 8 di zucchero semolato
g 40 di acqua ben fredda
g 1 di sale

Altri ingredienti:
3 pere williams
g125 di zucchero
ml 60 di acqua
g 30 di burro
g 115 di cioccolato fondente (56- 65 %)
g 125 di panna fresca


Cominciamo con  l'impasto: tagliare il burro a pezzetti e metterlo nuovamente in frigo a raffreddare per bene. Intanto setacciate la farina e incorporate lo zucchero e il sale, mescolate. Poi nel robot (podete anche farla a mano)procedete ad amalgamarla insieme al burro  in modo che diventi sabbiosa, ma mantenendo dei pezzettini di burro evidenti.  Versate inseguito il succo di limone e l'acqua, continuate a mescolare fino a che inizia a compattarsi  il tutto, ci vorranno pochi secondi. 
Collocate la pasta nei frigo avvolta in una pellicola trasparente. Fatela riposare per almeno 1 ora.

In una casseruola versate  l'acqua e lo zucchero collocatela  sul fuoco a bollire per creare un sciroppo dorato, una volta fatto incorporate la noce di burro. Aggiungete poi le pere  già sbucciate  e tagliate a tocchetti. Lasciare sul fuoco a cuocere fino a che si riduca quasi del tutto il liquido.  

Con l'aiuto del matterello stendere la pasta e foderare lo stampo scelto, punzecchiate con una forchetta e mettere a cottura in forno a 170 C fino a doratura.
Una volta raffreddato la confettura di pere e la brisée, mettere a scaldare per bene, quasi fino a bollore la panna fresca. Subito dopo versatela sul cioccolato spezzettato, lasciate passare un minuto e mescolate fino a fare una ganache ben omogenea.
Inseguito dobbiamo comporre la crostata, basta mettere la confettura di pere nel guscio della brisée  distribuendola per bene e subito dopo versate la ganache al cioccolato su tutta la superficie. Mettere in frigo per 1 ora. Fatto


   👉Mi raccomando però,  gustatela a temperatura ambiente. 



SHARE:

mercoledì 25 ottobre 2017

Tortini di pollo


Chicken Pot Pies


Una ricetta d'inspirazione anglosassone, veramente buona, piacevole e facile da realizare, anche se richiede vari passaggi per arrivare al risultato finale. È l'ideale quando avete degli ospite in casa e volete condividere con familiarità la tavola.
Podete prepararla con anticipo, così sarete più rilassati e riuscirete a godervi di più la occasione. Se vi avanza dell'impasto può essere conservato nel congelatore.
Accompagnate i tortini con una insalata fresca e condita leggermente. Sicuramente vi piacerà questa mia versione, è molto appetitosa. Con queste misure da per 6 porzioni 

Ingredienti per la pasta:

g250 di farina
g150 di burro 
g 100 di panna acida
g 1 di sale

per il ripieno: 

g 350 di pollo a spezzatino (pezzi, non grossi, di coscia e sovracoscia)*
 g 70 di pancetta affumicata o bacon 
1 spicchio d'aglio
vino bianco
un porro 
una cipolla dorata piccola  
una carote piccola
una costa di sedano
brodo di pollo (opzionale)
un limone 
prezzemolo fresco
sale e pepe 

Prima di tutto preparare l'impasto. Versare la farina con il sale in un robot o planetaria e  unire il burro ben freddo e tagliato a quadretti. Procedete ad amalgamare il tutto in modo che diventi sabbioso, ma manteniendo dei pezzettini di burro evidenti. Subito dopo aggiungere la panna acida e continuate a mescolare fino a che si unisca quasi il tutto, ci vorranno pochi secondi.
In seguito porrete la pasta, schiacciandola un po' in una pellicola da cucina, coprirla bene e lasciarla riposare in frigo per almeno 30 minuti. 

Mettere a soffriggere la pancetta o bacon a listini e  farli dorare e sciogliere il grasso. Poi versarte il pollo e fatelo colorire leggermente e dopo qualche minuto,  unite il trito di aglio, cipolla, sedano e carote e fare soffriggere anche loro. Intanto tagliare il porro a rondelle e unirlo al tutto. Mescolare per bene e continuate la cottura. Condire con sale e pepe e sfumare  con il vino bianco. 
Versare un 2 dl di acqua o brodo di pollo caldo  e continuare la cottura a fiamma moderata, coprendo la casseruola.
A fine cottura il pollo, deve risultare morbido e succoso, spargete del prezzemolo grattugiato molto fine.
Una volta intiepidito lo spezzatino, continuate con la preparazione del piatto.
Stendete la pasta e formate degli ampli dischi e collocateli dentro ogni spazio dello stampo per muffis e dopo collocateli  in frigo per almeno 10 minuti 
Poi basterà riempire ogni base con lo spezzatino, spargere in ogni fagottino  della buccia grattugiate di  limone e subito coprite con dei lembi di dischi di pasta in eccesso. Mettere in forno a cuocere per 20 minuti a 180 c’. Servire ancora caldi, fatto. 


 *Se preferite podete scegliere il petto di pollo 



SHARE:

venerdì 20 ottobre 2017

Il museo egizio a Torino


Ah, questo è assolutamente il museo più bello che abbia mai visto, magari non ne ho visti tanti, però credetemi è sorprendete.
Sicuramente lo avete già sentito nominare, questo museo fu il primo al mondo dedicato alla Antichità Egizie e la sua fama è dovuta ai notevoli reperti che li si trovano. L'ambientazione e atmosfera nel museo creano  un percorso visita molto piacevole. Se vi interessa la storia o semplicemente le antiche civiltà dovreste visitarlo, non sarà tempo perso, anzi, sarà  come un interesante e suggestivo viaggio.
Si trova situato in una zona centrica della ciudad, vicina alla stazione ferroviaria Porta Nova.

In generale Torino merita una visita, una città davvero bella, elegante. Approfittate e recatevi in alcuni dei suo caffè storici e magari assaporate un Bicerin  😉








SHARE:

sabato 14 ottobre 2017

Picadillo (carne trita) alla Habanera


Un piatto cubano


Questo è un piatto rappresentativo della cucina cubana: semplice, saporito, colorato. La sua preparazione è alla portata di tutti. Con una combinazione d'ingredienti che ne fa un buonissimo piatto.
Deve il suo nome alla città dove è stato ideato, La Habana.  Se viaggiate a Cuba sicuramente potrete assaggiarlo, però se volete portare un po' della cucina caraibica a casa vostra, allora vi do questa ricetta, provate anche voi.


   Ingredienti per quattro persone:

     g 350 di carne macinata di manzo
     g 25 di uvetta
     olive verde
     un peperone rosso 
     2 patate
     1 cipolla dorata
     2 spicchi d'aglio
     un bicchierino di vino bianco
     passata di pomodoro
     cumino, alloro, sale e pepe
     olio extra VO




In una capiente padella, mettere a soffriggere, con 4-5 cucchiai d'olio, il peperone tagliato a quadretti, la cipolla tritata e anche l'aglio. Dopo un paio di minuti, aggiungere  la carne trita con  un pizzico di cumino e lasciarla insaporire per bene, condire con sale e pepe. Aggiungete la foglia d'alloro e  4-5 cucchiai di passata di pomodoro, mescolate e poi versate il vino. Continuate la cottura unendo l'uvetta e una decina di olive. Poi aggiungete un circa un mestolo di acqua calda e lasciate cuocere  per 10-12 minuti, a fiamma moderata.
Intanto preparate le patate, pelandole e tagliandole a quadretti, poi friggetele o cuocetele al forno fino a doratura.
A fine cottura, assaggiare la carne  per rettificare il gusto. Aggiungete le patate e mescolate. Fatto

∗Vi suggerisco, per comporre un piatto unico di accompagnare il picadillo con del riso a chicchi lunghi,  tipo basmati ad esempio 



SHARE:

venerdì 6 ottobre 2017

Risotto ai piselli




Accattivante e delizioso


Questo risotto si ispira a un piatto tipico veneto chiamato Risi e bisi, trattasi  di una ricetta a base di riso e piselli.
Lo preparo volentieri in primavera con dei piselli freschi, ma anche qualche mese dopo, come adesso utilizzando dei dolci e teneri piselli congelati che troviamo nei negozi alimentari.
Con il cambio della stagione in casa mangiamo volentieri un buon risotto, è una coccola nelle prime giornate autunnali. Allora se vi va, preparatelo anche voi.

Ingredienti per quatro persone:

g 250 di riso per risotto
g 500 di piselli surgelatti
una cipolla dorata
brodo vegetale o di pollo (q.b)
aglio ( opzionale)
vino bianco
grana padano
burro
olio 
sale e pepe



Cuocete i piselli in acqua calda leggermente salata, poca, insieme a un spicchio d'aglio. Una volta cotti levare l'aglio e frullate gran parte dei piselli, lasciando da parte qualche cucchiaio  dei piselli interi. 
Tagliate molto sottilmente la cipolla, metterla a soffriggere in una pentola capiente con un goccio d'olio, facendo attenzione a che non bruci. Poi versate il riso e fatelo tostare, successivamente bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco, lasciando sfumare. Subito dopo cominciate a versare il brodo caldo. mescolando con regolarità, continuate a bagnare il riso quanto basta. Qualche minuto prima di fine cottura unite la riso la crema di piselli. Mescolare per bene e continuare a cuocere. Una volta pronto unire i piselli interi rimasti. Coprire il riso e lasciarlo riposare per circa un minuto. Per ultimo aggiungete  il grana e il burro, per mantecare bene il tutto. Servire subito dopo. 



SHARE:

venerdì 22 settembre 2017

Crumble ai mirtilli


very, very good

Il crumble è una sfiziosa creazione della cocina anglosassone. Si usa generalmente nelle preparazioni  dei dolci, sia in una crostata o semplicemente sopra la frutta fresca. 
Per la sua semplicità, la sua realizzazione è alla portata di tutti, anche da principianti in cucina. Il più classico è quello alle mele, invece questo che vi presento oggi con i mirtilli, a modo mio, è trai mie preferiti.
Se amate questo frutto, non abbiate dubbi a preparare questo dolce, siamo anche nella stagione giusta. 

    Ingredienti per 4-5 persone:

   g 250 di mirtilli
   g 100 di farina
   g 90 di burro
   g 60 di zucchero di canna
   g 50 di farina di mandorle
   un pizzico di sale
   marmellata ai frutti rossi


Preparare il crumble unendo gli ingredienti secchi con il burro ben freddo tagliato a quadretti, con le mani mescolate bene il tutto, creando delle briciole.
Subito dopo versate equamente i mirtilli nelle piccole pirofile scelte. Aggiungete per oggi porzione,   un cucchiaino di una buona confettura ai frutti rossi, distribuitela leggermente.
Se preparerete il crumble per tante persone, podete scegliere di usare un unica e capiente pirofila. 
Coprite con il composto preparato, infornare a 180 ℃ per  circa 20 minuti o fino a doratura. Mangiatelo tiepido,  se siete golosi, magari con una pralina di gelato. 

∗ Per altre occasione se scegliete di variare la frutta, vi consigli di adattare il crumble d'accordo alla frutta che avete scelto. Podete variare le proporzione degli ingredienti,  usare un altro tipo di zucchero e aggiungere delle specie( cannella, noce moscata, vaniglia ad esempio)



SHARE:

venerdì 15 settembre 2017

Galletti arrosto alla panna acida e erbe aromatiche



Delizioso... una prelibatezza


Questo piatto appagherà il vostro palato e avreste il compiacimento di tutti: famiglia o amici, cosa volere di più?
È una ricetta ottima per tante occasioni, con una preparazione molto semplice. Io ho scelto i galletti però podete anche optare per un pollo grosso o cappone dovrete solo regolarvi, sopratutto, con i tempi di cottura. La carne deve risultare ben cotta, ma anche succosa e con una bella doratura. 


Ingredienti per cuatro persone:

2 galletti aperti ( g 500 l'uno)
mezza testa d'aglio
g 80 di panna acida
dragoncello secco o fresco
rametti di timo (anche di timo limone)
rametti di rosmarino 
alloro
Olio extra VO
sale e pepe

Mescolate le erbe aromatiche ben tritate e aggiungetele alla panna acida, insieme a due spicchi d'aglio ben tritati anche essi. Condite con sale e pepe e mescolate per bene. In seguito mettete questa preparazione  sotto la pelle dei galletti, sollevatela delicatamente e fare in modo di distribuire il meglio possibile la panna. 
In una teglia da forno mettere il resto dell'aglio in camicia, la foglia di alloro spezzata, alcuni rametti di rosmarino, timo e dragoncello. Salare la parte interna(inferiore) dei galletti dopo rigirateli, collocateli nella teglia e spalmate leggermente la pelle con dell'olio, condire con sale e pepe.
Cuocere al forno a 200 ℃ per 15 minuti e dopo continuare la cottura a 180℃ per circa 30 minuti. I tempi di cottura dovreste adeguargli alle dimensioni dei polli. Bagnate, con il sugo che si crea  un paio di volte la superficie dei galletti mentre cuociono. 
A fine cottura levate i galletti della teglia e copriteli con la carta stagnola per una decina di minuti.
Approfittiamo del fondo di cottura per preparare una salsina. Collocare la teglia sul fuoco e deglassare il tutto con un bicchierino d'acqua o vino bianco. Mescolare per bene, lasciare ridurre un po' e dopo passare per un colino.


Servite metà galletto per ogni commensale, non dimenticate la salsina. Completate il piatto come preferite: con delle patate, una insalata cruda o un'altro contorno di stagione. 



SHARE:

martedì 12 settembre 2017

Torta Paradiso


da Pavia una torta molto speciale

Profumata, deliziosa e irresistibile nella sua semplicità, non avrà le diverse consistenze d'altre meravigliose torte, ma è lo stesso ottima così. Ve la consiglio a merenda con un tè caldo, è ideale. 
Nel web si trovano tante pubblicazioni dedicate alla ricetta di questa torta. Io ho scelto di preparare quella che leggi, alcuni anni fa, nel blog La ciliegina sulla torta. Mi conquistò al primo assaggio, è di  una leggerezza unica, per niente asciutta e senza la aggiunta di lievito.
A volte ho pensato di provare altre varianti, in modo di fare un paragone, però alla fine termino sempre facendo questa ricetta, alla quale ho fatto delle piccole modifiche. Provatela anche voi, sicuramente ne rimarrete entusiasti e fareste contenti tutti. 












Ingredienti:
g 200 di burro (e qualche noce in più)
g 200 di zucchero a velo
g 100 di fecola di patate o mais
g 100 di farina 00
2 uova + due tuorli
10 ml di maraschino
un limone
sale


   








Misurare gli ingredienti e lasciare il burro fuori   dal frigo in     modo che diventi abbastanza morbido. 
Cominciare montando il burro, per farlo diventare una crema, poi aggiungere lo zucchero in due momenti, deve diventare un impasto omogeneo, cremoso. Sbattere le uova, tenute a temperatura ambiente e unite due cucchiai alla volta al composto per incorporale bene. 
Procedette con molta calma e usando lo sbattitore o planetaria a bassa velocità, continuate così fino alla fine (questa parte è molto importante, le uova devono essere ben assorbite) io impiego 10 minuti circa.
Subito dopo, aggiungere il maraschino, un pizzico di sale e la buccia grattugiata di un limone, mescolate leggermente ancora e unite per ultimo le farina e fecola setacciate. 
Mescolate il tutto con una spatola flessibile dal basso verso al alto, con movimenti precisi ma delicati.
Prendete lo stampo scelto, io uso una tortiera da 24 cm, ma si avete una da 20 ò 22 sarebbe meglio.
Imburrare con la noce di burro la tortiera, infarinatela, levate poi l'eccesso di farina. Versate così l'impasto preparato, levigate bene e infornate subito.
Cuocere a 170 ℃, nel forno già caldo, por 40-45 minuti. Una volta cotta e raffreddata, spolveratela per bene con altro zucchero a velo.



SHARE:

domenica 3 settembre 2017

Sfizioso pain perdu settembrino



Anche questa ricetta fa parte della sezione ricette veloci che ho deciso di creare nel blog. Un piatto da preparare per la colazione della mattina o quando si desidera un merenda golosa e corroborante.  È ideale nel week end per gustarlo con calma e magari in compagnia. Il pain perdu è una specialità della cucina d'oltrealpe, un piatto dove il pane raffermo trova un ottimo riutilizzo per la gioia di tutti i gourmand. 
Nella ricetta che vi propongo, i ficchi sono anche loro protagonisti, sono partita da questi frutti per ideare questo piatto, mi incantano.
Se piacciono anche a voi, approfittate della stagione per gustare al meglio questi buonissimi frutti freschi. 


Ingredienti per quatro persone 

pane all'uvetta o pane di grano duro (q.b)
ficchi freschi (verdino)
2 uova
spezie( cannela, chiodi di garofano)
zucchero di canna
mandorle a lamelle
miele∗

Tagliare il pane a fette di circa 2 cm( per due pan perdu a persona).  Subito dopo sbattere le uova,  con 4-5 cucchiai di latte. Poi condire con mezzo cucchiaino di cannella in polvere, un chiodo di garofano ben tritato e un cucchiaino di zucchero di canna, mescolare per bene.
In una grossa padella, mettete un goccio d'olio e una generosa noce di burro. Passate una fetta di pane alla volta nel composto di uova e ulteriormente fatela rosolare in padella, su ambi i lati.
Fare dorare al forno o in padella le lamelle di mandole. Tagliate i ficchi, già lavati, a spicchi.

Al servire, spargere un cucchiaio di miele ogni due pan perdue e collocare la frutta e far cadere le mandole tostate. Et voilà! è pronto, sono una bontà. 
          

∗ Scegliete un miele di sapore tenue, delicato. Potete sostituire la mandorle con le noci, in quel caso non è necesario la tostatura



SHARE:

lunedì 28 agosto 2017

Un dessert sprint, bello e buono


quasi come una composizione  

Vi propongo questa idea di dessert un po' furbo. Quando avete poco tempo a disposizione o poca   dimestichezza nella realizzazione dei dolci, oppure quando vogliate gustare un gelato arricchito, pensate a questo piatto.
E' così sfizioso, perfetto in questa stagione e sarà anche gradito ai vostri ospite. Dovete solo avere l'accortezza di scegliere un gelato di ottima qualità e della buona frutta, semplice no?

Ingredienti:

Gelato fior di latte o allo yogurt
Mango o pesca noce gialla
Ananas fresco
Biscotti (tipo Zalet ad esempio)
un lime o limone bio (opzionale)

Schiacciate i biscotti, facendoli diventare una granella. Poi tagliate la frutta a piccoli quadretti. Fatto, la preparazione è finita 😊
Al momento di servire,  dovrete solo comporre gli elementi che formano il piatto, facendo  all'istante le praline o quenelle di gelato. 
Se desiderate  donare più freschezza e gusto,  grattugiate della buccia di lime sulla frutta.

∗ per questo piatto, site liberi anche di scegliere il tipo di frutta che preferite.


SHARE:

martedì 22 agosto 2017

Ricette Veloci: un panino per pranzo


Con salmone o il bacon?

A pranzo, alle volte, scelgo volentieri di mangiare un panino o sandwich, sono veloci da prepare e gustosi. Anche fuori casa, sono ormai una valida alternativa nella pausa pranzo.
Oggi vi propongo la ricetta di due dei panini che preferisco, sono anche leggeri, ottimi. Per farli scelgo il pan carrè ai semi di lino, Mulino Bianco, mi incanta.
Per preparare il primo di questi: al salmone, non c'è bisogno di cuocere nulla😀 c'è solo da prendere alcuni ingredienti dal frigo, altri dal cestino della frutta. Tanto semplice, come buono.
L'altro al bacon, richiederà qualche minuti di cottura, però è anche molto veloce da preparare e semplicemente delizioso.

Ingredienti per il panino al Salmone: 

pane ai semi di lino, salmone affumicato, panna acida, avocado, rametti di coriandolo, lime, sale

Aprite l'avocado a metà e tagliatelo a fettine, conditelo leggermente con sale e lime. Poi rendete leggermente croccante due fette di pane, dopo spalmate una feta con della panna acida condita con il coriandolo tritato e collocate anche le fettine di salmone. Nell'altra fetta ponete alcune fettine di avocado. Appoggiate l'altra fetta di pane, schiacciandolo leggermente e tagliate il sandwich a forma di triangolo. Servitelo accompagnato del avocado restante.


Ingredienti per il panino al bacon: 

pane ai semi di lino, bacon, gorgonzola, pera Williams 

Porre una padella sul fuoco e cuocete due o tre fettine di bacon fino a doratura, meterlo da parte. Prendente la pera, sbucciatela  e tagliatene metà a fettine sottile, prendete del gorgonzola e spalmatelo su due fette di pane, collocate la pera tagliata  ed il bacon già croccante. Appoggiate una fetta di pane sull'altra e passate il panino qualche secondo in una piastra o padella calda, per donarle un po di croccantezza.
Si può accompagnare con una insalata leggera di rucola o lattughino, condita leggermente con limone e arricchita con dei pezzettini di pera rimasti. 
Provateli, sono anche la dimostrazione che ci si può preparare qualcosa di buono in pochi minuti e senza dover essere degli esperti in cucina 👌





SHARE:

mercoledì 9 agosto 2017

Della serie Ricette Veloci: Rotolo di frittata


Ingredienti:

Uova
Prosciutto cotto
Provolone a fettine 
Sale e pepe
Erbe aromatiche fresche
Olio extra vo 


Sbattere le uova per bene le uova, condire con sale e pepe. Fare una frittata, in padella o al forno∗    
Subito dopo collocate su essa il formaggio, poi il prosciutto e arrotolatela. Al momento di servire, spargete con qualche erba aromatica tagliuzzata 

Et voilà! 👌Un piatto semplice, buono e che si presenta molto bene.
∗Per questa preparazioni vi consiglio la cottura in forno, foderando l'interno della teglia con la carta forno. 


Potete ricreare lo stesso piatto, in altre occasioni, variando gli ingredienti da usare nel ripieno. 



SHARE:

Involtini di melanzana


con della buona ricotta 


Capita sempre più spesso, almeno a me, di volere preparare o conoscere ricette vegetariane. Così  vi propongo una mia versione di questo ottimo piatto. Gli ingredienti che la compongono sono semplice, come semplice è la sua realizzazione. Se gradite le melanzane o avete amici o parenti vegetariani a casa, questa ricetta farà il caso vostro.  
Siamo propio nella stagione giusta per gustare al meglio questo piatto. Può essere proposto come un antipasto o un secondo, scegliete voi in accordo al menu che prepariate. La quantità di ingredienti che vi elencherò a continuazione sono per una seconda portata.

Ingredienti per 4-5 persone

2 melanzane ovale 
g 325 pomodorini pelati Datterini 
g 200 di ricotta
prezzemolo fresco
basilico fresco
parmigiano 
capperi sotto sale
cipolla rossa piccola 
olio extra VO
sale e pepe

Tagliate a fette regolare le melanzane, porle a spurgare versando del sale grosso su di esse e lasciandole perdere liquido per un ora circa.
In tanto preparate la ricotta: versate un cucchiaio colmo di parmigiano nella ricotta, mescolate per bene. Tritate finemente le foglie di prezzemolo e versatele nella ricotta, condite anche con sale e pepe. Mescolate ancora, coprite la ciotola e conservate in frigo.
Per continuare asciugate per bene oggi feta di melanzana. Cucinatela in una griglia ben calda e oliata, fate attenzione alla cottura, dovranno essere ben cotte.
Per il sugo tagliate la cipolla a dadini grossolani e meterla a soffriggere leggermente in una casseruola con un goccio di olio. Aggiungere  il sugo di pomodorini pelati  e una decina di capperi leggermente sciacquati, coprite il tutto e lasciate cuocere per 15 minuti. In prossimità della fine, schiacciate un po' i pomodorini ed aggiungete alcune foglie di basilico spezzate, condite con sale e pepe.  Lasciate ancora in cottura per  altri 5 minuti. Una volta fatto,  frullatelo il sugo nel mixer.
Per ultimare il piatto prendete una feta di melanzana collocateci sopra un cucchiaio di ricotta e avvolgetela. Fare così per oggi involtino. Al momento di servire, fate un letto di salsa di pomodoro e collocate sopra gli involtini e versate una goccia di olio. Fatto.






SHARE:

martedì 25 luglio 2017

Sfoglia alla Ratatouille



Tanti vegetali di stagione in una sfoglia  


Qui non conosce ormai la ratatouille? un piatto vegetariano, contadino, della tradizione culinaria francese, che è stato reso ancora più famoso con il omonimo film animato.
Credo rappresenti il triunfo del orto in un piatto. Viola, rosso, giallo, verde.. tanti colori in questo piatto così semplice, ma ricco di gusto, con questi vegetali che emanano anche un ottimo profumo  a fine cottura. 
Io sono amante delle quiche e torte salate, allora ho deciso di presentare la ratatouille in una friabile e leggera sfoglia. Perfetti insieme, senza bisogno di uova e panna, provate anche voi.

Ingredienti per 6 persone:

un peperone rosso o giallo (medio)
una melanzana (media)
un scalogno
una zucchina
2-3 pomodori perino o san marzano
basilico, timo, origano 
una cipolla di Tropea (opzionale)
Olio extra VO
sale e pepe
un rotolo di pasta sfoglia

Tagliare il peperone a quadretti e porlo a soffriggere in una casseruola con qualche cucchiaio d'olio. Subito dopo, tagliare gli altri vegetali e metterli  a cottura nella stessa padella, mescolare  e condire con  l'origano, sale e pepe. Lasciare a soffriggere per alcuni minuti e poi aggiungere anche i pomodori tagliati e 5-6 foglie di basilico spezzate. Coprite la casseruola e lasciate cuocere a fiamma moderata per circa 15 minuti. A fine cottura e fuoco spento, aggiungete la cipolla di Tropea tagliata a julienne. Lasciare intiepidire.
Srotolate e adagiate la sfoglia in una teglia, mantenendo la carta da forno. Bucherellate la sua superficie e farcite  la sfoglia con la preparazione anteriore, lasciando attorno un bordo di circa 2 cm, ripiegate  verso l'interno. Cospargere per ultimo con delle foglioline di timo fresco. Infornare a 180 °C per 25 minuti. Servire tiepida.

👉Se lo desiderate, podete anche dare un'altra forma a questo piatto scegliendo, ad esempio, di fare una specie di rotolo con questo buonissimo ripieno. 



SHARE:

martedì 11 luglio 2017

Maccheroni al pomodoro




pasta, pomodoro...un classico ma...


La pasta al pomodoro  è probabilmente il piatto di pasta più popolare e conosciuto della cocina italiana. Semplice,  leggero, vegetariano, con pochi ingredienti, ma per niente scontato.
È un piatto che apprezzo tanto e mangio volentieri, così condivido con voi questa ricetta, proprio adesso che i pomodori sono migliori, per via della stagione. 
La variante che vi presento oggi è una delle mie preferite, il risultato è un piatto di un sapore delicato, ma che allo stesso tempo ti soddisfa il palato.
L'altra versione che prediligo ve la proposi in un post anteriore si volte dare un occhiata a quella ricetta, questo è il link
In questa occasione ho deciso di usare, come formato di pasta, i maccheroni calabresi. Una pasta  eccezionale che scoprii recentemente. È sempre piacevole assaggiare nuovi prodotti, soprattutto si  hai una curiosità e passione per il cibo.
Ho scelto questo tipo di pasta perché la ritengo, una eccellente alternativa ai classici spaghetti 😊



Ingredienti per 4 persone: 

g 320 di Maccheroni al ferretto
g 400 pomodorini
due spicchi d'aglio 
3-4 cipollotti bianchi 
basilico fresco
peperoncino secco
olio extra VO
sale
parmigiano (opzionale)







Mettere a bollire l'acqua per la cottura della pasta, poi fare un piccole taglio superficiale su ogni pomodorino e versali nel acqua bollente per pochi secondi, prelevarli e sciacquargli subito nel acqua corrente. Una volta rinfrescarti togliere le loro buccia.
Poi mettere a cuocere la pasta nel acqua già salata. Intanto tagliare sottile i cipollotti, e anche i pomodorini a spicchi o rondelle. 
In una padella versare dell'olio, 3-4 cucchiai, mettere l'aglio leggermente schiacciato o se preferite un gusto più intenso tritato finemente. Lasciare imbiondire lentamente, poi alzare la fiamma, levare l'aglio schiacciato e mettere i cipollotti, rimuovere  e alcuni secondi dopo versare anche i pomodori, mescolare, salare e condire con il peperoncino. Saltare il tutto, aggiungere le foglie di basilico spezzate e spegnere la fiamma.  
Scolare la pasta una volta cotta, avendo la cortezza di mettere  prima qualche cucchiaiata di acqua di cottura nella padella con l'intingolo preparato.  
Saltare e insaporire la pasta a fiamma vivace, se lo ritenete necesario, aggiungere ancore un goccio di olio extra VO. Fatto, la nostra pasta è pronta.

🔅Se amate la menta, usatela al posto del basilico, ma con parsimonia per la su aromaticità più marcata e caratteristica. 
Di parmigiano, solo a scelta di oggi commensale, una leggera spolverata.




SHARE:

giovedì 29 giugno 2017

Mousse di salmone


per un antipasto, semplice ma distinto 



Oggi vi presento questo antipasto che richiama la cucina francese, l'ho notato nella collana di libri "I sapori del Mondo", io però, ve propongo una mia versione, più alleggerita.
Questo piatto è di una certa delicatezza, con il gusto degli ingredienti che si distinguono e armonizzano.
Si presenta molto bene, però la parte migliori rimane sempre l'assaggio, delizioso. Per tanto provatelo, non vi deluderà. La preparazione e anche molto semplice.



Ingredienti per cuatro persone:

g 300 di salmone fresco(senza pelle)
un uovo
g 130 di panna fresca
dragoncello secco o fresco
un peperone rosso medio
3 pomodori perini
sale e pepe
prezzemolo


Tagliare a pezzi il salmone e porlo nel mixer, condire con sale e del dragoncello (poco). Azionare il mixer e tritate per bene il salmone.
Poi aggiungere l'uovo sbattuto e continuare a mescolare il tutto. Subito dopo versate una parte minima della panna, una volta bene incorporata, ripete questa operazione per ancora 2 volte così da aggiungerla tutta. Condire il composto con il pepe.
Nelle piccole cocotte(4) versate il tutto. Mettere a cuocere in forno a bagnomaria per 25 minuti a 120'C

Intanto preparate l'accompagnamento della mousse: spellate i pomodori e tagliateli a cubetti, lo stesso per il peperone . Fateli saltare in padella con un goccio d'olio, mettendo prima il peperone e dopo il pomodoro, condire con sale e pepe. 
Alla fine insaporire con del dragoncello fresco tritato o del prezzemolo.
Et voila! fatto

✧Se usate gli stampini di aluminio, ungeteli con del burro prima di riempirli con il composto di salmone. 


                                                                             


SHARE:
Blogger Template Created by pipdig